Web Marketing Firenze
Specialista in marketing online. Contattami!
16th Dic 2011 | by: Checcao

Foto higher-and-higher.com

Su Twitter si sa, non si possono postare messaggi con un numero di caratteri superiore a 140. Sono pochi? Pochissimi, soprattutto quando si ha intenzione di ‘twittare’ il link ad uno dei nostri articoli, che possono avere indirizzi già decisamente lunghi. E allora come fare?

Ormai sarà noto a molti di voi che non sono propriamente una esperta e non sono neppure troppo portata. Ma è una lacuna che devo in ogni modo colmare, visto che voglio vivere di web e quindi mi sono documentata da chi conosce l’argomento meglio di me.

Fino ad ora mi sono limitata a twittare esclusivamente il link evitando così di aggiungere commenti o testi introduttivi e rimanendo nei famosi 140 caratteri. Poi mi sono detta: adesso basta. Neppure il macellaio mette su Twitter dei link così lunghi! Io certo, non posso permettermelo.

E il problema l’ho risolto, come tante altre volte, grazie a Google, in particolare a uno dei suoi strumenti: goo.gl. si tratta di uno strumento decisamente utile e molto semplice da usare. Pensate che io ho imparato subito, almeno a farmi fare la riduzione del link (o mio Dio, detto così sembra che mi sia rifatta le tette…!).

Basta inserire la url originaria del link e in pochissimi secondi otterrete l’indirizzo ridotto. Certamente niente di nuovo per gli appassionati del genere, ma per me che ho scoperto Twitter da pochi giorni è stata una vera rivelazione. Anche perché non da solo il link accorciato, ma anche altre informazioni molto utili.

Ad esempio fornisce i click ottenuti con il link accorciato, con un bel grafico allegato. Una informazione molto utile che può farci capire le preferenze e le tendenze di chi segue il nostro blog.

Ma quello di Google non è l’unico strumento on line che possiamo usare per accorciare le url, esistono tanti altri programmi, come is.gd che è anch’esso estremamente facile da usare. Ma sembra che quello di Google non solo sia il più completo, ma anche il più veloce per l’indicizzazione. Tanto vale provare. E ho provato… poi mi sono accorta su Twitter che gli indirizzi vengono scorciati automaticamente. Non so esattamente perché i miei primi tweet venissero integrali (cioè lunghissimi) ma so che Twitter è in grado di risolvere il problema da solo. E adesso lo fa anche per me.

Dunque, nessun bisogno di google.gl, ma almeno ho scoperto una cosa nuova, che non conoscevo. Quando si impara, c’è sempre un fondo positivo (anche se in questo caso ho imparato una cosa ‘obsoleta’ :(.  E voi cosa usavate tra i tanti programmi (quando ancora si usavano)?

P.S. Ho trovato molto utile anche bit.ly… ma non ditelo a nessuno!

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Twitta con me